Home
 
PESCA SPORTIVA

IL FIUME DEZZO (tratto da: http://www.pescare.com/)
DESCRIZIONE

Il fiume Dezzo sorge a 1508m s.l.m. in Comune di Schilpario e sfocia nel fiume Oglio a Darfo Boario Terme.
La larghezza del corso è compresa tra 525m e la profondità media, escluse le buche, è di 0.50m, lo scorrimento dell’acqua di tipo rapido. Il fiume scorre in un alveo naturale il cui substrato è caratterizzato da alluvioni postglaciali recenti, prevalentemente ghiaiose, e da morene fresche miste a detriti di falda, fino alla località Dezzo di Scalve. Qui si incunea in una valle, tra rapidissime rive a strapiombo tipo canyon, costituite da Dolomia grigiobiancastra.
A monte della località Dezzo di Scalve , le rive sono costituite da fustaie miste tipo abete e larice, con sottobosco di faggio, nocciolo, betulla e fasce di prati pascoli.
A valle della suddetta località non esiste pressoché vegetazione in quanto, incanalandosi nel canyon , oltre a sporadici tratti, predomina la nuda roccia.
Il fiume subisce molte derivazioni a scopo idroelettrico, principalmente nel comune di Schilpario, a Dezzo di Scalve ed Angolo Terme dove da qui in poi viene canalizzato e fatto passare sotto il comune di Darfo, per poi ritrovarlo per pochi metri prima che confluisca nell’Oglio. Le derivazioni idriche, oltre i tratti immediatamente dopo, non variano comunque sensibilmente la portata, che rimane perenne per tutto l’anno. L’acqua è molto limpida e abbastanza pulita anche se ci sono i soliti (ma pochi) rifiuti fognari di origine urbana, che comunque non sono in grado di influire sulla popolazione ittica.
L’ossigeno disciolto è abbondante, infatti spesso raggiunge valori prossimi alla saturazione, questo è possibile grazie alla elevata velocità dell’acqua e dalla scabrosità delle rive che permettono un ottimo scambio con l’atmosfera.

SPECIE ITTICHE

Le specie ittiche presenti sono la trota Fario, la trota Iridea e il Salmerino di Fonte. La Fario che è abbondante sull’intero corso, viene spesso seminata con avannotti o trotelle sui 69cm
e si integra facilmente infatti possiamo trovarne anche di grosse; ne sono presenti anche di selvatiche.
L’Iridea è meno diffusa, si trova soprattutto a causa delle gare che spesso vengono svolte, qualche volta viene seminata, in particolare prima dell’apertura per "accontentare" i pescatori.
Il Salmerino di Fonte lo possiamo trovare nelle località in cui è stato introdotto con semine di materiale di allevamento, la sua presenza è comunque sporadica, al contrario, ci si può imbattere nel Salmerino Alpino selvatico, anche di buona taglia.
La pressione piscatoria è molto forte con la presenza di un campo gara fisso nel comune di Angolo Terme.

IL FIUME

Il fiume è bellissimo, con stupendi paesaggi e ambienti. Si ha un susseguirsi continuo di grandi buche, canyon e cascate che rendono il corso d’acqua molto particolare.Il fiume Dezzo va diviso in tre tronconi:
La parte più a monte, dalla sorgente fino a Dezzo di Scalve, è prevalentemente di tipo torrentizio, con grossi massi, fondo sassoso, salti, cascate e veloci correnti. Questo ambiente è stupendo per la pesca al tocco; un consiglio, se la portata d’acqua lo permette, utilizzate una montatura con il
pallettone che vi permetta di sondare bene in ogni punto cercando sotto i sassi o ai lati delle correnti più impetuose alla ricerca delle sospettose selvatiche.
Funziona ottimamente anche una bella corona, meglio se piuttosto "pesante". Come esca un bel verme o un pesciolino (in primavera ed autunno), lecamole sono meglio in presenza di acqua chiara (estate).
Nella parte a metà, da Dezzo di Scalve alla diga situata in fondo al canyon, il fiume si presenta sotto forma di grosse e profonde buche in un continuo susseguirsi. Qui la pesca al tocco non è la tecnica migliore, tra queste buche a media corrente, dall’acqua sempre trasparente con trote sospettosissime,
il metodo migliore è sicuramente la mosca o la passata con il galleggiante; se si vuole comunque tentare con il tocco è meglio munirsi di una leggerissima corona, finale del 0,12 e amo del n.812.
Pescate prevalentemente a passata naturale cercando di essere il più "morbidi" possibile, senza strappi o cose anomale che non farebbero altro che spaventare le sospettose trote. Oppure provate con una media torpilles nei tratti più profondi e a maggiore corrente trattenendo leggermente la lenza. Come esche utilizzate dei portasassi raccolti sul posto, oppure delle camole innescate singole.
Importantissimo, ai fini dell’intera giornata, non farsi vedere cercando di stare sempre il più lontano possibile dal punto di pesca nascondendosi dietro ai grossi massi.
Infine c’è l’ultimo tratto in cui il fiume esce dal canyon, per chilometri lo troviamo asciutto, fino ad Angolo Terme dove finalmente si ha lo sbocco del canale della centrale idroelettrica in cui il corso riacquista la sua portata naturale, ma solo per qualche chilometro perché subito l’acqua viene rincanalata per poi ritrovarla dove sfocia nell’Oglio. Questo tratto quindi è molto corto, torna di carattere torrentizio con salti, cascate e qualche buca di modesta dimensione. Dato che qui si svolgono molte gare, essendo campogara fisso è bene tentare le trote di semina con un pallettone o spirale, innescando un verme o un pesciolino in modo che girino. L’azione di pesca non dovrà più essere lenta a passata, ma veloce con strappetti, lanci e trattenute che stimolino la trota ad attaccare.

Itinerario n. 9 ‐ TORRENTE DEZZO – Angolo Terme (tratto da: http://www.euff.it/pescare)
Zona NO KILL – solo esche Artificiali (mosca e spinning) prendi e rilascia.

Permessi di pesca: Per poter accedere alla zona di pesca è necessario essere in regola con la licenza governativa oltre a questo, in tutti i tratti d'acqua pubblica destinati in via esclusiva alla pesca "no kill", cioè con il rilascio del pesce catturato, vige l'obbligo del tesserino segna pesci che deve essere compilato dal pescatore per ogni uscita di pesca. Il tesserino è gratuito, ha la durata di un anno e deve essere obbligatoriamente restituito entro il 31 gennaio dell'anno successivo al rilascio. Il tesserino potrà essere direttamente ritirato alla Sede E.U.F.F. di Vezza d’Oglio, oppure presso gli uffici Pesca Provinciali con Sede a Brescia.
Inoltre può essere richiesto on line all’indirizzo: http://pescaweb.provincia.brescia.it/pescanokill/
Regolamento di pesca: E’ obbligatorio l’uso di ami senza ardiglione o con ardiglione schiacciato. Prendi e rilascia: è obbligatorio il rilascio di tutto il pesce pescato, bagnarsi le mani prima di effettuare le operazioni di slamatura. Il pescatore non può detenere con sé pesci pescati in altre zone. Vige l'obbligo del tesserino segna pesci che deve essere compilato dal pescatore per ogni uscita di pesca, segnando data uscita di pesca, specie e misure dei pesci catturati e rilasciati.
Pesci presenti: Trota fario, Trota marmorata, ibridi e rari temoli.

Glossario tecnico per pesca dilettantistica
amo, ammortizzatore, anadromo, ardiglione, backing, boiles, bollata, bolognese, bombarda, bottatrice, bracciolo, branchia, breme, camola, camolera, canna da pesca, carp fishing, casting, caudale, cimino, cobite, coda di topo, conduttore, corpo di lenza, crankbait, cucchiaino, devon, dorsale, down stream dry, esca ferrata, filo da pesca, finale, fipsas, friganea, frizione, galleggiante, gatoss, girella, gobione, guadino, hackle, hair rig, inglese jig, lampreda, lasca, legering, lenza, linea laterale, lucioperca, lunghezza del pesce, micrometro, mimetismo, minnow, mosca artificiale, moschettone, mulinello, ondulante, opercolo, paniere, pastura, pasturatore, perla, portasassi, rapala, rilascio, sanguinerola, siliconiche, slamatore, sonda a molla, spinner bait, spinning, stopper, streamer, terminale, triotto, up stream, vettino, waders, wading.

Technical glossary for amateur fishing
Amo, cushion, anadromous, buffalo, backing, boiles, bollata, bolognese, bombarda, bottatrice, armrest, gang, bang, camola, camolera, fishing rod, carp fishing, casting, caudale, cimino, cobite, mouse tail, conductor , Crankbait, spoon, devon, dorsal, down stream dry, bait lure, fishing line, final, fipsas, friganea, clutch, float, gatoss, girella, gobion, guadino, hackle, hair rig, Lamp, fly, latch, legering, line, line, lazer, fish length, micrometer, camouflage, minnow, artificial fly, carabiner, reel, waving, Spinning, stopwatch, streamer, terminal, trio, up stream, vine, waders, wading.

Glossaire pour la pêche amateur
amour, coussin, anadromes, bavure, support, Boiles, bullata, Bolognese, bombardes, lotte, accoudoir, gill, la brème, mite, camolera, canne à pêche, pêche à la carpe, le moulage, caudal, Cimino, loach, la queue de la souris, le conducteur , le corps de la ligne, crankbait, cuillère, Devon, dorsale, amorce, de chemin de fer en aval sec, la ligne de pêche, final, FIPSAS, friganea, embrayage, flotteur, gatoss, pivotant, goujon, épuisette, hackle, plate-forme de cheveux, Anglais jig, lamproie, gardons, legering, la ligne, la ligne latérale, le sandre, la longueur du poisson, micromètre, mimique, boule, mouche artificielle, crochet, bobine, ondulée, opercule, panier, pâturage, pasturatore, perle, portasassi, Rapala, la libération, boule, silicone, dégorgeoir, sonde à ressort, amorce de filage, filage, arrêt, serpentins, terminal, Roach, en amont, vettino, cuissardes, gué.

Glosario para la pesca de aficionados
amor, amortiguador, anádromos, lengüeta, respaldo, boiles, bullata, boloñesa, bombardas, lota, reposabrazos, Gill, brema, polilla, camolera, caña de pescar, pesca de la carpa, fundición, caudal, Cimino, locha, cola de ratón, conductor , el cuerpo de la línea, curricán, cuchara, Devon, dorsal, aguas abajo seca, cebo de ferrocarril, línea de pesca, final, FIPSAS, friganea, embrague, flotador, gatoss, plataforma giratoria, gobio, red de aterrizaje, la pluma del cuello, plataforma de pelo, plantilla de Inglés, lamprea, cucaracha, legering, línea, la línea lateral, lucioperca, la longitud de los peces, micrómetro, el mimetismo, pez pequeño, mosca artificial, gancho, carrete, ondulante, opérculo, cesta, pasto, pasturatore, perla, portasassi, rapala, liberación, pez pequeño, silicona, disgorger, sonda primavera, spinner cebo, giratorias, de tapón, serpentinas, terminales, cucarachas, corriente arriba, vettino, zancudas, el vadear.

Glossar für Sportfischerei
Liebe, Kissen, anadromous, barb, Abdeck-, boiles, bullata, Bolognese beschießt, Quappe, Armlehne, gill, Brachse, Motte, camolera, Angelruten, Karpfenangeln, Gießen, Schwanz-, cimino, Schmerle, Maus Schwanz, Leiter Körper, der Linie, crankbait, Löffel, Devon, dorsal, strömen über trocken, railway Köder, Angelschnur, final, FIPSAS, friganea, Kupplung, float, gatoss, Schwenk-, gudgeon, Kescher, hackle, Haar- rig, Englisch jig, lamprey, Rotauge, Grundfischen, Linie, seitliche Linie, Zander, Länge des Fisch, Mikrometer, Mimikry, minnow, künstliche Fliege, Haken, Rollen, welligen, operculum, Korb, Weide, pasturatore, Perle, portasassi, rapala, Freigabe, minnow, Silikon, disgorger, Federtastspitze, spinner Köder, Spinnen, Stopfen, Streamer, terminal, Rotauge, bis Strom, vettino, Watstiefel, waten.

Глоссарий для любительского рыболовства
любовь, подушки, проходной, колючка, поддержка, boiles, bullata, Болоньеза, бомбардирует, налим, подлокотник, жабры, лещ, моль, camolera, удочка, карп рыбалка, литье, хвостовой, Чимин, голец, мышь хвост, проводник , тело линии, воблер, ложка, девон, спинной, вниз по течению сухого, железнодорожная наживка, леска, окончательный, FIPSAS, friganea, сцепление, поплавок, gatoss, поворотный, пескарь, сачок, мыканица, волосы вышка, английский кондуктор, минога, плотва, legering, линия, боковая линия, судак, длина рыбы, микрометр, мимик, гольян, искусственные мухи, крючок, бобины, волнистый, крышечки, корзина, пастбище, pasturatore, перламутр, portasassi, Rapala, релиз, гольян, силикон, disgorger, пружинный зонд, Спиннербейт, прядение, пробка, растяжки, терминал, плотва, вверх по течению, vettino, куликов, болотный,



Canyon di Scalve Ristoro Bar Info Ex Casa Cantoniera 294   info@viamala.it  cell.3497581578
www.scalve.it